Celestino al fronte. Diario di guerra 1914-1918

Locandina dell'evento e rassegna stampa


Quante storie nella storia. XV Settimana della didattica in archivio (2-8 maggio 2016)

Venerdì 6 maggio, ore 17,00– Cappella ducale di Palazzo Farnese, Piazza Cittadella 29

 

È il secondo appuntamento della XV Settimana della didattica in archivio: didattica e formazione, improntate a una rigorosa attenzione filologica, sono una delle attività più caratterizzanti dell’Archivio di Stato. Ancora una volta siamo di fronte alla stretta collaborazione con il liceo ginnasio “Melchiorre Gioia” e ciò che presentiamo oggi è l’11° numero de “I quaderni del Gioia” nei tipi della Tip.Le.Co. risultato di un attività svolta all’interno del laboratorio “Il mestiere del filologo”. Il volume rievoca la vicenda di Celestino Coppellotti, giovane studente volontario nel 1915, attraverso i suoi diari che per volontà del figlio di Celestino Vittorio e degli organizzatori di questa giornata (Liceo Gioia, Amici del Gioia e Archivio di Stato con patrocinio ed ospitalità del Comune di Piacenza), hanno trovato la strada della pubblicazione.

L’iniziativa si colloca, ovviamente, all’interno del programma relativo alla memoria della Prima Guerra Mondiale; dei diari di Celestino parlò già nel novembre 2015, nel convegno organizzato dall’Istituto per la Storia del Risorgimento e dalla Banca di Piacenza, Donatella Vignola (Celestino Coppellotti, un quindicenne nella Grande Guerra) presidente dell’associazione Amici del Gioia. Si tratta di una vivida testimonianza studiata e trascritta in modo scientifico, quindi filologico, dagli allievi della III scientifico A, negli anni scolastici 2014-2015 e 2015-2016, sotto la supervisione e la redazione di Anna Riva, Manuela Veneziani e Donatella Vignola. In pratica sono stati volutamente coinvolti coetanei dell’autore degli scritti in questione. Il lavoro non ha riguardato solo la pubblicazione dei taccuini, ma ha compreso l’attenta analisi del contesto storico e toponomastico degli avvenimenti della Grande Guerra.

Si ringraziano le autorità e tutti i presenti e voglio sottolineare la presenza dell’Associazione Caduti e Dispersi in guerra di cui la vedova di Celestino, Giuseppina Sgorbati, fu presidente per ben 40 anni. (Gian Paolo Bulla)

La scaletta degli interventi è la seguente:

h. 17.00 APERTURA DELL’ORCHESTRA con un brano

h. 17.10 Bulla introduce l’assessore Tiziana Albasi per saluti

a seguire: Maurizio Sartini, preside Liceo Gioia; Donatella Vignola, presidente Amici del Gioia; Vittorio Coppellotti, figlio di Celestino.

h. 17.45 II INTERVENTO DELL’ORCHESTRA con due brani

h. 17.50 presentazione laboratorio (Riva, Veneziani, studenti)

h. 18.00 letture

h. 18.20 ORCHESTRA IN CHIUSURA con due brani.