Osti, Osterie, Alimentari. L'alimentazione e la cultura del cibo a Piacenza nel primo Novecento

Locandina dell'evento e rassegna stampa

Siamo alla quindicesima edizione dell'appuntamento con la didattica negli archivi dell'Emilia-Romagna e il 4 maggio l’Archivio di Stato ospita la presentazione del libro frutto del laboratorio svolto dagli studenti della media Calvino guidati dalla prof.ssa Molinari.

La manifestazione, che ha avuto un caloroso successo anche grazie alla partecipazione appassionata dei ragazzi, è stata introdotta dal direttore dell’Archivio e dai saluti portati dall’assessore all’Istruzione del Comune di Piacenza Giulia Piroli; indi hanno preso la parola l’archivista Anna Riva, Roberta Molinari e i ragazzi che hanno letto brani della ricerca con l’aiuto di immagini e commenti sonori.

La ricerca e la pubblicazione che ne è il prodotto finale sono davvero interessanti e sono stati eseguiti anche grazie alla collaborazione di altri studiosi ed insegnanti ed in ultimo di alcuni gestori di note locande storiche come i F.lli Giacobbi della trattoria La Pireina e la famiglia Tagliafichi de La Noce di S. Nicolò di Rottofreno.

Il libro, corredato da numerose fotografie, prende le mosse dall’esperienza piacentina all’Expo di Milano per avvicinare alcune delle tradizione alimentari del ns. territorio. Vi sono cenni alla regolamentazione in materia di somministrazione di cibi e bevande nei secoli XVIII e XIX e si analizzano le varie professioni collegate e la vita che si svolgeva nelle osterie e nelle locande. Si prendono in considerazione anche le denominazioni e i riferimenti topografici a vie, borgate e personaggi che ormai solo i più anziani ricordano. A corredo della pubblicazione di 170 pagine vi è una mappa della città di Piacenza con l’indicazione di più di un centinaio fra osterie, locande, pasticcerie e forni presenti nella prima metà del 900.

Il bel lavoro dei ragazzi della Calvino, oltre a rappresentare una testimonianza storica, può costituire un contributo al marketing territoriale